Salta al contenuto principale
x

Visita guidata miniera di Montevecchio

Montevecchio (Arbus-Guspini)

Caratteristiche escursione:
Livello di difficoltà: T/E (Turistico/Escursionistico)
Distanza da percorrere: 10 km circa. La miniera di Montevecchio si estende per circa 12 km con una larghezza costante di circa 4 km.
Durata: 7 ore circa
Territorio: Arbus - Guspini
Quota partecipazione: 10,00 € a persona
Quota tessera Mamùtera: 6 € (per chi ne è privo)
Contributo per guida locale esperta: 5 €
Eventuale pernottamento: 25 € (Ostello CEAS di Montevecchio – Legambiente Guspini) la quota di 25 € comprende pernottamento, cena del sabato e colazione della domenica mattina.
Appuntamento (a scelta)
1) ore 08.30 Eurospin di Guspini MAPPA
2) ore 09.00 Palazzo della direzione miniera di Montevecchio MAPPA

DESCRIZIONE:
Montevecchio: un viaggio in paesaggi naturali e luoghi densi di storia di uomini, di miniere e di natura.

Con una attività mineraria che si è sviluppata nella parte centro-sud occidentale della Sardegna, seguendo un grandioso giacimento minerario lungo oltre 10 km che ha sempre connotato la storia mineraria ed economica di questi luoghi fin dalla notte dei tempi, Montevecchio, pur essendo cessata l’attività mineraria, mantiene ancora oggi un’identità particolare fatta di miniere, di pozzi di estrazione, laverie, enormi scavi di filoni a cielo aperto. Il tutto circondato da una verdissima e lussureggiante vegetazione mediterranea e racchiuso completamente all’interno del vastissimo areale del cervo sardo, vicinissimo ad importanti e notissime aree paesaggistiche, naturalistiche e geologiche che ne connotano il paesaggio e testimoniano importantissimi avvenimenti della storia geologica della Sardegna.

Montevecchio, unica tra tutte le miniere dalla Sardegna, mantiene e testimonia nell’inizio della storia mineraria moderna della Sardegna, l’attività e l’intraprendenza del sassarese Giovanni Antonio Sanna. Egli fu l’unico sardo che, nel panorama delle attività minerarie in mano, in Sardegna, in quel periodo, soprattutto a potentissime società straniere (le multinazionali di allora, qualcuna delle quali esiste ancora e sta facendo disastri in Africa e in Centro e Sud America) o della penisola, ebbe un fortissimo spirito di iniziativa e d’intraprendenza che gli consentì in un brevissimo periodo di diventare l’uomo più ricco d’Italia e uno dei più economicamente potenti. Nello stesso tempo diede corpo e sostanza allo sviluppo delle miniere di Montevecchio, che entrarono a far parte in breve tempo delle miniere più grandi e più importanti d’Italia e della stessa Europa, mantenendo a lungo questa importanza e supremazia anche dopo la sua morte prematura in una storia che è andata avanti senza interruzione, per quasi 150 anni.

I minerali che venivano estratti a Montevecchio sono la galena argentifera (ovvero il minerale da cui si ricavavano piombo e argento) e la blenda (ovvero il minerale da cui si estrae lo zinco) oltre tanti altri minerali misti, dai quali si estraevano cadmio, mercurio, oro, antimonio, ecc...

Durante l’escursione sarà visitabile il noto “filone S. Antonio” che è stato uno dei filoni mineralizzati più importanti come dimensioni di altezza, larghezza e lunghezza, i “Cameroni Rossi”, una costruzione a scopo abitativo per il personale di sorveglianza (capiservizio, caposquadra, ecc...), le cosiddette “case a bocca di miniera”, esternamente il pozzo Sartori, che raggiunge una profondità di 510 metri, con oltre 300 m sotto il livello del mare e il pozzo S. Antonio ancora più profondo che raggiunge una profondità complessiva di oltre 800 m.

Se dovesse raggiungersi un numero sufficiente di prenotazioni comprendenti il pernotto e nel caso che la presenza fosse garantita per il primo pomeriggio di sabato a partire dalle 13.00/14.00, sarà possibile fare un veloce minitrekking con la possibilità di visitare a scelta Funtanazza e i suoi fossili, oppure le dune di Piscinas.
Si suggerisce l’uso di un abbigliamento adeguato, sono consigliati scarponi da trekking e calzoni lunghi.
Mamùtera Trekking ricorda che il numero di partecipanti ad ogni singolo trekking è limitato.
Per attivare la copertura assicurativa è necessario sottoscrivere anticipatamente la tessera associativa di € 6,00 che include trekking e pedalate ed è valida fino al 31 dicembre di ciascun anno.
Il pagamento dovrà essere effettuato compilando il modulo presente a fondo pagina.
In caso di bonifico comunicare Nome, Cognome, luogo e data di nascita e codice fiscale inviando i dati a: mamuteratrekking@gmail.com effettuando il versamento al seguente IBAN: IT 34 D 01015 85330 000070606218 intestato a Mamùtera Trekking indicando come causale “partecipazione alla Visita guidata miniera di Montevecchio”, se necessario “sottoscrizione tessera associativa” e opzionalmente “ pernotto in Ostello”
Il tipo di attività proposta si svolgerà a piedi, il percorso richiede un buona propensione alla camminata continua.

Prenota Trekking

Le prenotazioni per questo evento sono chiuse.